“Docenti contrastivi”, ANP si difende: intendevamo contrastività nei confronti di scuole e piani triennali, non dei dirigenti

di redazione
ipsef

Ed ecco giungere da parte dell'Associazione Nazionale dei Presidi una spiegazione della slide numero 12 nella quale si afferma che i dirigenti grazie alla riforma avranno "mano libera nei confronti dei docenti contrastivi".

Ed ecco giungere da parte dell'Associazione Nazionale dei Presidi una spiegazione della slide numero 12 nella quale si afferma che i dirigenti grazie alla riforma avranno "mano libera nei confronti dei docenti contrastivi".

La spiegazione è contenuta nel resoconto dell'incontro avvenuto al Ministero sugli ambiti territoriali e durante la quale i sindacati hanno posto sul tavolo anche la questione dei "presidi scriffo".

Questione ritornata in auge a seguito della scoperta in una delle presentazioni utilizzate dall'associazione ANP di una slide in cui, tra i vantaggi della chiamata diretta dei docenti, c'era la possibilità da parte dei presidi di "avere le mani libera nei confronti dei docenti contrastivi".

Affermazioni che hanno fatto saltare i sindacati su tutte le furie, attaccando l'associazione durante la riunione.

L'ANP si è difesa affermando che la volontà è di sparare sui "presidi sceriffo per affossare gli ambiti territoriali che i sindacati non vogliono".

Relativamente alla “slide 12” "su cui – dice l'ANP – si è sprecata perfino un’interrogazione parlamentare, chi ha occhi per leggere ha già letto da solo: si parlava di docenti contrastivi nei confronti delle scuole e dei piani triennali e non nei confronti dei dirigenti".

"Basterà – conclude l'ANP – solo il richiamo ad uno dei più noti e sperimentati strumenti logici per vagliare la validità di un’affermazione: quello che va sotto il nome di “prova ex adverso”. Cosa accadrebbe se la categoria concettuale e comportamentale della “contrastività”, cui con orgoglio si richiamano non pochi dei nostri più accesi contestatori, fosse assunta a criterio regolatore della vita delle scuole, e delle comunità in genere? O, più banalmente, degli studenti nei confronti di quegli stessi docenti?"

Vedi anche

Rimozione "docenti contrastivi", Nocera: se dirigente scolastico sgarra, sue decisioni dritte al giudice del lavoro

Presidi "sceriffi" in lotta contro i docenti contrastivi, Bocchino presenta interrogazione parlamentare

Versione stampabile
anief anief