Decreto crescita. La scuola si dematerializza: arrivano i libri digitali e la classe virtuale

di
ipsef

red – Ieri il Governo ha approvato il Decreto Crescita con numerose norme che riguardano vari settori. Coinvolta anche la scuola: dai libri "dematerializzati" a classi digitali. Novità anche per il funzionamento degli uffici.

Parola d’ordine: dematerializzare.

E, nel decreto crescita, gli interventi rivolti alla scuola puntano a questo

Innanzitutto i libri di testo

A partire dal 2013/14 le scuole secondarie dovranno adottare esclusivamente libri digitali e dall’anno successivo, 2012/15, la novità riguarderà anche le primarie.

Centri scolastici digitali

Dall’anno scolastico 2012-2013, in ambiti territoriali particolarmente isolati (ad esempio piccole isole e comuni montani dove è presente un numero di alunni insufficiente per la formazione di classi) sarà possibile istituire centri scolastici digitali tramite apposite convenzioni con il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che consentano il collegamento multimediale e da remoto degli studenti alle classi scolastiche.

Procedure digitali per acquisto di beni e servizi

Tutte le procedure per l’acquisto di beni e servizi da parte delle PA dovranno essere svolte esclusivamente per via telematica, così da garantire maggiore trasparenza e tempistiche più celeri. Viene inoltre fortemente incentivato il riuso dei programmi informatici da parte delle amministrazioni, consentendo significativi risparmi di spesa.

Trasmissione obbligatoria di documenti per via telematica

Le comunicazioni tra diverse amministrazioni pubbliche, così come tra PA e privati, dovranno avvenire esclusivamente per via telematica. L’inadempienza della norma comporterà una responsabilità dirigenziale e disciplinare in capo al personale pubblico inadempiente.
Allo stesso modo, nel settore pubblico, tutte le certificazioni di malattia e di congedo parentale dovranno essere rilasciate e trasmesse per via telematica.

Fascicolo elettronico per gli studenti universitari e semplificazione di procedure in materia di università

Dall’anno accademico 2013-2014, verrà introdotto il fascicolo elettronico dello studente, uno strumento che, raccogliendo tutti i documenti, gli atti e i dati relativi al percorso di studi, consentirà la gestione informatizzata dell’intera carriera universitaria. Viene inoltre fortemente favorita la dematerializzazione dei flussi informativi tra gli atenei, facilitando e semplificando la mobilità degli studenti.

Pubblicazione codice IBAN

Sarà obbligo rendere pubblico il codice IBAN delle scuole. In caso di mancata pubblicazione potranno scattare responsabilità dirigenziali

Versione stampabile
anief anief