Cresce l’ occupazione tra i laureati: più 0,8% nel terzo trimestre dell’anno

di redazione
ipsef

L'Istat ha rilevato che il tasso di occupazione è cresciuto di più fra i laureati, attestandosi al 75,7% (+0,8 punti sul terzo trimestre 2014) rispetto al 63,2% di quello dei diplomati e al 43,5% del tasso riferito a chi ha al più la licenza media (+0,7 e +0,5 punti, rispettivamente).

L'Istat ha rilevato che il tasso di occupazione è cresciuto di più fra i laureati, attestandosi al 75,7% (+0,8 punti sul terzo trimestre 2014) rispetto al 63,2% di quello dei diplomati e al 43,5% del tasso riferito a chi ha al più la licenza media (+0,7 e +0,5 punti, rispettivamente). La riduzione del tasso di disoccupazione è invece diffusa rispetto ai diversi livelli di istruzione, mentre il tasso di inattività cresce solo tra quanti possiedono fino alla licenza media.

Il numero di occupati di età 15-34 anni torna a crescere (56 mila, +1,1%) insieme all'aumento del tasso di occupazione (dal 39,5% al 40,2%). 

Nei dati di flusso analizzati dall'Istat, i giovani rappresentano più della metà dei nuovi ingressi nell'occupazione, ovvero degli occupati che non avevano un lavoro un anno prima, con una tendenza crescente (dal 54,4% tra il terzo trimestre 2013 e il terzo 2014 al 56,1% dell'analogo periodo 2014 e 2015). 

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief