La Corte dei Conti non ha valutato il caso del docente licenziato per falsa dichiarazione

di redazione
ipsef

"In merito a notizie diffuse da taluni organi di informazione relative all’insegnante Stefano Rho, licenziato per falsa auto dichiarazione, l’Ufficio stampa segnala che la Corte dei conti non ha mai ricevuto, e quindi valutato, atti relativi al caso."

"In merito a notizie diffuse da taluni organi di informazione relative all’insegnante Stefano Rho, licenziato per falsa auto dichiarazione, l’Ufficio stampa segnala che la Corte dei conti non ha mai ricevuto, e quindi valutato, atti relativi al caso."

E' questa la nota che la Corte dei Conti ha pubblicato sul suo sito ieri 5 febbraio, in merito al licenziamento di un docente per aver omesso in autocertificazione di essere stato condannato a pagare una multa per aver fatto pipì in un cespuglio, commettendo reato di falsa dichiarazione. Intanto il provvedimento è arrivato in Parlamento e se ne parlerà ancora: questi casi sono in aumento. 

nota

Prof licenziato per non aver dichiarato di essere stato condannato a pagare una multa. Il caso arriverà in Parlamento

Licenziamento per dichiarazioni false, casi in aumento. A disposizione dirigenti procedure informatiche

Versione stampabile
anief anief