Concorso scuola docenti, CSPI: scarsa valutazione del servizio rischio contenziosi. Per ITP accesso solo con servizio

di Anselmo Penna
ipsef

Il CSPI si è riunito per discutere le bozze del concoro scuola docenti in avvio per i primi di febbraio. Tra le evidenziazioni quella relativa al servizio e agli ITP.

Il CSPI si è riunito per discutere le bozze del concoro scuola docenti in avvio per i primi di febbraio. Tra le evidenziazioni quella relativa al servizio e agli ITP.

La tabella di valutazione dei titoli, anticipata dalla nostra redazione, ha scatenato polemiche tra i docenti precari. In particolare, lo scontro ha riguardato i docenti TFA, SSIS, SFP e coloro che non hanno una abilitazione conseguita a seguito di selezione.

Infatti, il punteggio assegnato per le abilitazioni con selezione, infatti è pari a 5 punti, mentre ogni anno di servizio è valutato 0,5 punti. Per equiparare l'abilitazione ci vogliono, dunque, 10 anni.

Il CSPI ha considerato positivo il fatto che venga considerato anche il servizio, anche se lo ritiene "sperequato", "a fronte del punteggio molto più alto riservato per esempio ai titoli di abilitazione". Questione che, secondo quanto leggiamo nel parere, potrebbe condurre ad un "diffuso contenzioso". Pertanto il CSPI "propone di portare a punti 1 la valutazione per ogni anno di servizio"

Altra questione riguarda gli ITP, il cui numero esiguo, dovuto alla mancanza di percorsi abilitanti, suggerisce, secondo il parere, di aprire anche ai docenti non abilitati, dato che molti docenti "possono vantare competenze acquisite anche in relazione ai numerosi anni di servizio prestato".

Scarica il parere

Concorso scuola docenti, requisiti d'accesso, prove, posti a disposizione, valutazione titoli. Tutto in una scheda

Versione stampabile
anief anief