Concorso a cattedra 2018, requisito 24 CFU e settori scientifico-disciplinari di pertinenza

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur, com’è noto, ha pubblicato il decreto sui 24 CFU che dovranno conseguire gli aspiranti docenti della scuola secondaria di I e II grado per partecipare al concorso 2018, secondo le nuove norme dettate dal D.lgs. n. 59/2017, attuativo della legge n. 107/2015.

Concorso 2018, ecco decreto 24 CFU: gratis per laureandi e max 500 euro per laureati. Erogazioni solo da Università

Abbiamo già parlato dell’organizzazione, dei costi, dei  percorsi e delle modalità di acquisizione dei crediti, che dovranno essere conseguiti nelle discipline antro-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

Vediamo in questa scheda a quali ambiti e settori scientifico-disciplinari afferiscono i predetti 24 CFU.

Come possiamo leggere nell’articolo 3 comma 3 del decreto, i 24 crediti sono relativi ai seguenti ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche.

Quanto ai settori scientifico disciplinari corrispondenti ai predetti ambiti, riportiamo la seguente tabella ( a sinistra gli ambiti e a destra i SSD):

Dei 24 crediti, 6 almeno vanno acquisiti in almeno tre dei sopra riportati ambiti disciplinari.

Al termine del percorso, l’istituzione universitaria o accademica certifica il raggiungimento degli obiettivi previsti, riportando gli insegnamenti e le altre attività formative del percorso stesso, i settori disciplinari di afferenza, le votazioni riportate agli esami e i crediti acquisiti.

Scarica gli allegati A, B e C

Versione stampabile
anief anief