Categoria insegnanti tra quelle più a rischio attacchi di panico

di redazione
ipsef

A dirlo Paola Vinciguerra, psicoterapeuta e presidente Eurodap, Associazione europea disturbi da attacchi di panico.

A dirlo Paola Vinciguerra, psicoterapeuta e presidente Eurodap, Associazione europea disturbi da attacchi di panico.

La notizia, riportata dall'ADNKRONOS, affronta il problema del burnout e dei lavori a più alto rischio stress. Il "burnout è intorno a noi, lo stress lavorativo è la malattia moderna. Il lavoro, oggi più che mai, può provocare un altissimo livello di stress che porta il lavoratore ad uno stato psicologico molto delicato che in alcuni soggetti può diventare molto pericoloso e causare atti che potrebbero mettere in pericolo la vita di chi ne soffre e di chi gli sta accanto", queste le parole di commento di Paola Vinciguerra.

Lo stress, ricorda la Vinciguerra, "porta a commettere atti criminali o gesti aggressivi" e il burnout è una forma estrema che ha conseguenze per chi vive tale condizione, ma anche per il mondo circostante.

Irritabilità, ansia, tristezza, depressione, insicurezza, inadeguatezza, paura, panico, tendenza a comportamenti compulsivi: sono alcuni dei sintomi. Le conseguenze fisiche vanno dalla cefalea, all'insonnia, all'ipertensione all'impotenza.

Tra le categorie maggiormente a rischio troviamo elencti dalla Vinciguerra i piloti, ma anche gli insegnanti.

Il nostro canale dedicato al Burnout

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief