formazione docenti

edises
Condividi contenuti
Domande e risposte sul mondo della scuola. Un blog di Orizzontescuola.it
Aggiornato: 22 min 21 sec fa

Docente e Ata sì nello stesso anno scolastico, ma non contemporaneamente

Gio, 11/09/2014 - 18:51

Elisabeth - Gent.ma Lalla, seguo con attenzione i suoi utilissimi aggiornamenti. Sono un insegnate della scuola secondaria di I grado e quest’anno mi sono nuovamente iscritta nelle graduatorie di Istituto di III fascia.

Tuttavia, considerato che nel triennio precedente non ho avuto molti incarichi di supplenza, volevo sapere se posso iscrivermi anche alle Graduatorie d’Istituto III Fascia ATA in scadenza l’8 ottobre 2014 per i ruoli di assistente tecnico e di assistente amministrativo.

Lalla – la risposta è affermativa Graduatorie terza fascia Ata: iscrizione possibile anche per docenti precari

Elisabeth – In caso affermativo, qualora dovessero darmi uno spezzone di cattedra o chiamarmi per una supplenza breve e contemporaneamente chiamarmi come ATA avrei diritto a conciliare i due lavori ?

Lalla - la risposta è negativa. Puoi essere iscritta nelle due graduatorie, puoi svolgere i due incarichi nello stesso anno scolastico, ma non contemporaneamente. E’ l’art. 4 del Regolamento delle supplenze a specificarlo: "

  1. Fatte salve le ipotesi di cumulabilità di più rapporti di lavoro contemporanei specificate nei commi precedenti, le varie tipologie di prestazioni di lavoro previste nelle scuole possono essere prestate nel corso del medesimo anno scolastico, purché non svolte in contemporaneità. "

Elisabeth – Io ho anche partita Iva ( libero professionista) e ho sempre avuto l’autorizzazione dalla scuola a svolgere la libera professione (che di fatto non ho svolto e raramente svolgo). Posso mantenere la partita Iva comunque o devo necessariamente chiuderla nel caso di un incarico ATA?

Lalla – non ci risulta incompatibilità tra le due attività, esattamente come per la docenza

Elisabeth - Ho superato i test per il TFA II ciclo e vorrei tanto fare l’insegnante. Purtroppo anche quest’anno resterò in attesa di una chiamata dalle Scuole … ma nel frattempo che fare? Ringrazio per la risposta e porgo cordiali saluti.

Lalla - presenta la domanda Ata e studia per la prova scritta

Supplenze ATA: posto resosi disponibile prima del 31.12. Chiarimenti per la scuola.

Gio, 11/09/2014 - 17:42

Scuola – chiediamo info e supporto in merito alla seguente questione: la scuola ha nominato un assistente amministrativo dal 01/09/2014 al 31/08/2015 in qualità di supplente, per sostituire il titolare assente in quanto fruisce del congedo biennale per assistere a persona portatrice di handicap. Il decreto di congedo è stato regolarmente firmato dal Dirigente Scolastico e trasmesso alla RTS di competenza per i prescritti visti. vi è da precisare che, trattandosi di un assenza lunga, il dirigente scolastico per esser certo della possibilità di procedere con la nomina del supplente, ha avvisato il competente Ufficio Scolastico Provinciale per verificare se la gestione del conferimento dell’incarico non potesse in qualche modo essere assunta dall’USR.

Su tale punto, l’Ufficio superiore ha chiarito che la supplenza anche se lunga, va gestita dal dirigente scolastico. detto questo, siamo a chiedervi: 1 – il titolare che fruisce del congedo può rientrare in qualsiasi momento? 2 – può rientrare solo in caso di decesso della persona assistita oppure può decidere di sospendere in qualsiasi momento tale assenza e riprendere servizio? 3 – ove il titolare dovesse rientrare, che ne sarà del supplente che ha firmato un contratto fino al 31 agosto 2015? questi dovrà essere licenziato? e i diritti maturati nell’attesa? si applica, per analogia; quanto previsto per i docenti?se si con quali modalità? Nel segnalare l’urgenza e la delicatezza della questione, ringraziamo sin d’ora per l’attenzione che vorrete dedicarci e le risposte che siam certi fornirete con la precisione di sempre. Molti cordiali saluti e buon a.s. 2014/2015.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

a parere di chi scrive il posto non è di competenza della scuola ma dell’ATP di riferimento.

Stando a quanto esposto nel quesito il DS ha concesso il congedo firmando un decreto di assenza del titolare dal 1/9/2014 al 31/08/2015. Pertanto, trattandosi di un posto resosi disponibile prima del 31/12 e presumibilmente per tutto l’anno scolastico deve ritornare all’ATP ed essere assegnato dalle Graduatorie Permanenti fino al 30/6.

Si riporta la normativa in questione.

L’art. 1 del DM 430/2000 (Regolamento supplenze personale ATA) prevede  che

1. Ai sensi dell’articolo 4, commi 1, 2, 3 e 11 della legge 3 maggio 1999, n. 124, di seguito denominata “legge”, nei casi in cui non sia stato possibile assegnare sulle disponibilità di posti di personale amministrativo, tecnico e ausiliario, personale soprannumerario in utilizzazione o, a qualsiasi titolo, personale con contratto a tempo indeterminato, si dispone con:

a) supplenze annuali, per la copertura dei posti vacanti, disponibili entro la data del 31 dicembre, e che rimangano presumibilmente tali per tutto l’anno scolastico;

b) SUPPLENZE TEMPORANEE SINO AL TERMINE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE, PER LA COPERTURA DI POSTI NON VACANTI, DI FATTO DISPONIBILI ENTRO LA DATA DEL 31 DICEMBRE E FINO AL TERMINE DELL’ANNO SCOLASTICO;

c) supplenze temporanee, per ogni altra necessità di supplenza DIVERSA DAI CASI PRECEDENTI, secondo quanto specificato all’articolo 6.

…..PER L’ATTRIBUZIONE DELLE SUPPLENZE ANNUALI E DELLE SUPPLENZE TEMPORANEE FINO AL TERMINE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE, SI UTILIZZANO LE GRADUATORIE DI CUI ALL’ARTI-COLO 2; PER L’ATTRIBUZIONE DELLE SUPPLENZE TEMPORANEE SI UTILIZZANO LE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI CUI ALL’ARTICOLO 5.

L’art 2 riguarda il  il conferimento delle supplenze annuali e temporanee fino al termine delle attività didattiche

L’art 5 riguarda invece le graduatorie d’istituto con la precisazione posta dall’art. 6 il quale dispone  che i dirigenti scolastici possono conferire supplenze temporanee utilizzando le rispettive graduatorie di circolo e di istituto per la sostituzione del personale temporaneamente assente e per la copertura di posti resisi disponibili, per qualsiasi causa, dopo il 31 dicembre di ciascun ann

Richiamata la normativa in materia e fatta la dovuta differenza tra Graduatoria Permanente e d’istituto, è chiaro che nel caso di cui al quesito si tratta di posto resosi disponibile prima del 31/12  perché il titolare ha chiesto un congedo direttamente fino al 31/8/2015.

Il posto va quindi restituito all’ATP e assegnato alle graduatorie permanenti di cui all’art. 2 del DM 430/2000.

Per ciò che riguarda un eventuale rientro anticipato del titolare si invita a leggere questo articolo

 

Graduatorie di istituto: le fasce non vanno pubblicate necessariamente tutte nella stessa data

Gio, 11/09/2014 - 17:28

Mariangela – Ho fatto domanda di inclusione nelle graduatorie d’istituto nei tempi e modalità prescritte. ho compilato il modello "B" e ho inserito le classi di insegnamento: A019 (abilitata con TFA e quindi II fascia, A017 – A039- A048 terza fascia perchè senza abilitazione.

Entrando nel sito MIUR- istanze on line nella pagina personale mi risultano come graduatorie solo quelle di terza fascia (A017-A039- A048) non c’è nessuna traccia della più importante per me ovvero la A019, nonostante
sempre nella stessa pagina sito MIUR è pubblicato il mio modello "B" da cui si evince chiaramente che è menzionata la A019.

Ho chiamato la mia scuola capofila, ma non mi hanno saputo dire nulla, mi hanno chiesto di far presente il problema tramite un "reclamo"scritto. Cosi, ho fatto, ho scritto la mancanza della visualizzazione della mia classe di insegnamento. Dopo ho richiamato ma loro mi hanno detto che appena sarà per loro possibile esamineranno "il caso" e provvederanno, se avessi ragione (CERTO CHE NE HO!!!!) a fare le eventuali rettifiche.

Mi chiedo che posso fare, di chi è l’errore? Ho pagato per abilitarmi voglio avere la soddisfazione di vedere la graduatoria(anche se mi hannodetto che non sono definitive e che adesso che è inizio anno non potranno chaimarmi perchè prima ci sono le GAE). Cosa devo fare, si risolve la questione? ho dubbi.

Spero che mi possiate aiutare a darmi qualche indicazione su come muovermi e se si è verificato altre volte! Aspetto con ansia una vostra risposta Cordialità

Lalla – gent.ma Mariangela, vanno fatte due precisazioni

1) ciò che compare su Istanze on line non è necessariamente corretto, nel senso che non avendo carattere legale, potrebbero anche verificarsi dei malfuzionamenti (come già accaduto per altre situazioni). Conta invece quello che viene pubblicato all’albo di istituto (e anche sul sito internet della scuola).

2) sono molte le province che hanno pubblicato separatamente, cioè in date diverse, le fasce. Per cui potrebbe essersi verificata tale situazione senza che ciò debba necessariamente costituire un errore o un’anomalia. E’ possibile ad es. che le graduatorie di III fascia fossero meno corpose o con meno problemi relativamente ai punteggi, per cui si è dato il via libera alla pubblicazione, mentre la II fascia, quest’anno particolarmente complessa, potrebbe richiedere tempi più lunghi. Avvisi Uffici Scolastici

Puoi telefonare all’Ufficio Scolastico per chiedere qual è la data di pubblicazione delle rispettive fasce.

Graduatorie di istituto: la prima fascia non è la graduatoria ad esaurimento

Gio, 11/09/2014 - 17:13

Antonella, Roma – Gentilissima Lalla, nel caos generato dalla pubblicazione delle Graduatorie di istituto il mio credo sia un caso limite.

In attesa della pubblicazione delle GI di I fascia a Roma e non riuscendo a visualizzare, come molti colleghi, per svariati problemi,la mia posizione su Istanze on line, ho chiamato la mia scuola capofila per avere notizie. La segreteria mi ha risposto che le graduatorie di 1 fascia di Istituto erano state già pubblicate, insieme a quelle di 3 fascia sulla home page del sito web del liceo.

Ad una mia immediata verifica, ho scoperto che il liceo ha pubblicato come graduatorie di 1 fascia di istituto le GE del CSA!Ho richiamato, ho esposto il problema, la persona con la quale ho parlato non capiva o faceva finta di non capire. Alla fine ha rimandato il tutto alla collega che si occupa direttamente delle graduatorie. E mi ha consigliato di mandare mail alla dirigente del liceo per informarla del problema.

Mi chiedo: è possibile che la segreteria di un liceo non distingua tra GI di istituto di 1 fascia e GE provinciali?Sono allibita. Andrò direttamente in segreteria per capire cosa è successo.

Intanto lunedi riaprono le scuole, io e i colleghi – chi si è accorto del problema – che abbiamo scelto quest’istituto come scuola capofila cosa dobbiamo attenderci?Possono esserci conseguenza per la loro incompetenza?Aspetto la pubblicazione su Istanze on line o faccio presente al DGSA e alla Preside il "fraintendimento"?Ti ringrazio come sempre della tua gentilezza e del tuo aiuto

Lalla - gent.ma Antonella hai ragione, è un caso limite

Vi consigliamo di recarvi tempestivamente a scuola in modo da interloquire personalmente con il Dirigente Scolastico e risolvere la faccenda, che comunque non dovrebbe essere di difficile comprensione. Potrebbe essersi trattato di un semplice errore di distrazione, e magari la persona con la quale hai parlato, in segreteria si occupa di tutt’altro e per questo non ha potuto aiutarti.

Certo, in questa maniera si sprecano ancora giorni, in quanto la data di pubblicazione rispetto alle altre scuole risulterà falsata, ma meglio fare le cose per bene.

Comprendiamo sicuramente il vostro stato d’animo – le cose non sono andate esattamente come le aveva prospettate la Giannini – tuttavia bisogna spezzare una lancia anche a favore del lavoro delle segreterie scolastiche. Forse invece era troppo il carico di lavoro rispetto al numero di personale che è possibile impiegare per questa operazione, in un tempo comunque stringato in quanto coincidente con il periodo estivo.

E’ancora peggiore la situzione che ci viene esposta da alcuni colleghi

Ritardo pubblicazione Graduatorie di istituto. A Roma alcune domande ancora non inserite

Graduatorie di istituto: punteggi negati e punteggi gonfiati. Chi garantisce? Lettera

Graduatorie di istituto: nomine fino ad avente diritto anche per insegnanti di ruolo che accettano supplenze?

Gio, 11/09/2014 - 16:54

Gentilissimi Lalla e/o Paolo Pizzo, prima di ogni altra cosa grazie, per l’aiuto che ci date. Orientarci nel caos del sistema scolastico fra norme che si susseguono, burocrazia cieca, annunci, ritardi, è davvero complicato, e senza di voi non so come avrei fatto, e come farei.

Immessa in ruolo in surroga, con retrodatazione giuridica al 1.9.2013, in quanto vincitrice di concorso 2012 (secondaria di I grado), sono stata assegnata alla provincia più lontana dalla mia, all’altro estremo della mia regione. Ho già superato l’anno di prova. Dal 1.9.2014 decorre il mio ruolo economico, ho preso servizio nella sede "definitiva", e spero in una chiamata da G.I. II fascia su una delle cdc della secondaria di II grado in cui sono abilitata, per utilizzare l’art.36 e lavorare nella mia provincia di residenza.

Ma ora sorge un nuovo problema: nonostante le promesse, anche in occasione di questo aggiornamento le graduatorie non sono pronte per l’inizio dell’anno scolastico. So che potrei lasciare il ruolo per accettare un posto al 30.6 o al 31.8, se disponibile, e non un posto su supplenza "breve".

Ma nella mia provincia non solo le graduatorie d’istituto provvisorie non sono state prodotte: nemmeno si ha un’idea di quando lo saranno! Se le scuole iniziano a chiamare, posso accettare un incarico fino ad avente diritto? Io direi di sì, perché la tipologia di posto su cui l’incarico insiste è al 30.6 o al 31.8, e non è supplenza "breve". Non posso pagare io l’inefficienza del sistema. Sarebbe davvero ingiusto. Ma voi cosa ne dite? Grazie, e buon lavoro

Lalla - gent.ma, noi invece riteniamo di no, in quanto manca normativa del Miur in proposito. Il Miur infatti autorizza espressamente tale situazione per il personale ATA

" Le suddette supplenze fino all’avente diritto potranno, inoltre, essere attribuite al personale AT.A. di ruolo ai sensi dell’art. 59 del CCNL comparto scuola.", mentre non ci risulta analoga disposizione per il personale docente.

Pertanto qualora dovesse accadere una situazione del genere come minimo l’Ufficio Scolastico dovrebbe informare tempestivamente il Miur e richiedere autorizzazione in tal senso.

Ata graduatorie terza fascia: per collaboratore scolastico non basta la licenza media

Mer, 10/09/2014 - 19:16

Alessia – volevo sapere se è possibile inserirsi nella graduatoria di terza fascia come collaboratore scolastico, avendo solamente il diploma di terza media.

Lalla - gent.ma Alessia, il dm n. 717 del 5 settembre 2014 individua i requisiti per l’accesso ai vari profili. All’art. 2 sono individuati i titoli di studio richiesti

Può inserirsi nel profilo di collaboratore scolastico

  • Chi possiede un diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale, diploma di maestro d’arte, diploma di scuola magistrale per l’infanzia, qualsiasi diploma di maturità, attestati e/o diplomi di qualifica professionale, entrambi di durata triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni;

oppure

  • Chi è già incluso nelle graduatorie permanenti (24 mesi) o ad esaurimento (DM 75/01) e nelle graduatorie d’istituto dei collaboratori scolastici;

oppure

  •  Chi ha prestato servizio per almeno 30 giorni, anche non continuativi, come collaboratore scolastico (o profili corrispondenti nel passato) nelle scuole statali (anche per conto degli enti locali fino al 31/12/1999).
  • oppure

Chi è già incluso nelle graduatorie permanenti (24 mesi) o ad esaurimento (DM 75/01) e nelle graduatorie d’istituto dei collaboratori scolastici, fatto salvo quanto previsto dai precedenti commi 3, 4 e 5, del D.M. 717 del 5/9/2014

ATA Graduatorie terza fascia. Chi può inserirsi per la prima volta

Immissioni in ruolo 2015 anche per idonei concorso 2012

Mer, 10/09/2014 - 18:53

Elisabetta – Cara Lalla e Paolo, sono mamma di tre figli di cui uno con L104 comma 3, in questo momento di pre-riforma non riesco a capire che fine faremo noi “poveri idonei” non vincitori del concorso 2012. Sul web si trovano notizie contrastanti…

nel programma Porta a Porta è stato detto che nel 2015 le assunzioni saranno per il 90% da GAE? Scusate ma questo perché noi idonei concorso 2012 saremo stati assunti tutti ? Oppure il governo ha intenzione di “cestinare” l’ultima parte degli idonei?

Faccio parte della 2° fascia d’istituto scuola primaria di Roma, costantemente vedo cattedre, in convocazione, date ad insegnanti con pochi punti ma inserite in GAE… ho speranze di essere assunta tramite lo scorrimento del concorso 2012 ? Cordialmente vi saluto e ringrazio per tutti i preziosi consigli che mi avete dato tramite i vostri articoli… sicura di una vostra risposta aspetto un’articolo o un’email sul suddetto quesito.

Lalla - gent.ma Elisabetta, la risposta al tuo quesito si trova a pag. 15 dell‘opuscolo La Buona Scuola: “Lanciamo un piano straordinario per assumere a settembre 2015 quasi 150mila docenti: tutti i precari storici e tutti i vincitori e gli idonei dell’ultimo concorso”

Dunque, il piano straordinario di immissioni in ruolo lanciato per il 2015 prevede l’esaurimento in toto delle graduatorie del concorso, vincitori e idonei.

A preoccuparti è stata la percentuale: 90% da Graduatoria ad esaurimento e solo 10% da concorso. Ma devi considerare che il 70% dei candidati inseriti nelle graduatorie del concorso sono inseriti nelle graduatorie ad esaurimento, e dunque il loro nominativo va contato solo una volta.

Come si arriva a questi numeri è indicato nell’articolo Immissioni in ruolo. Nel 2015/16 90% va alle Graduatorie ad esaurimento: 148mila assunti

Ci sarà spazio per tutti? Il Governo dice di sì, attraverso la creazione dell’organico funzionale

Tutti in ruolo da graduatoria ad esaurimento e concorso. Si può con l’organico funzionale . Leggi tutto

Entro dicembre 2014 sarà avviato un censimento per avere da ciascuno la disponibilità ad essere assunti con le nuove regole, che prevedono anche la mobilità geografica.

Ci saranno le coperture finanziarie? Nella trasmissione televisa che hai citato, Renzi ha detto di sì.

Riforma scuola. A dicembre 900mln, dal 2016 due miliardi. 15 settembre consultazioni online, le modalità

In ogni caso va ricordato che ad oggi non ci sono provvedimenti normativi, e che tutte le idee indicate nella Buona Scuola vanno sottoposte alla consultazione che prenderà il via il 15 settembre. Le modalità

Mobilità insegnanti da sostegno primaria a sostegno infanzia

Mer, 10/09/2014 - 18:02

Alice – Sono una ragazza laureata in scienze della formazione primaria con specializzazione ADA per il sostegno. Sono appena passata in ruolo dalle GAE su sostegno nella scuola primaria…A me però piacerebbe chiedere il trasferimento alla scuola dell’infanzia rimanendo sempre sul sostegno. Come dovrei muovermi e quanto tempo dovrei aspettare? Grazie per la disponibilità e cortesia

Lalla - gent.ma Alice, il prossimo inverno (marzo – aprile 2015) ti verrà richiesto di compilare la domanda di mobilità per ottenere la sede definitiva di titolarità nell’a.s. 2015/16 . Nell’inverno del 2016 invece potrai rifare la domanda di mobilità, richiedendo la mobilità verso il ruolo sostegno infanzia a partire dall’a.s. 2016/17 (se accettato).

Ti ricordo che se la domanda di mobilità verrà soddisfatta, nel nuovo ruolo riparte il quinquennio obbligatorio sul sostegno

l’art. 26/7 del CCNI mobilità è chiaro sulla questione affermando che i docenti titolari su posto di sostegno, pur se soggetti al vincolo quinquennale, possono partecipare alle operazioni di mobilità per passaggio di ruolo su posti di sostegno di ordine e grado diversi. I DOCENTI CHE OTTENGONO IL PASSAGGIO DI RUOLO SU POSTI DI SOSTEGNO HANNO L’OBBLIGO DI PERMANERVI PER UN QUINQUENNIO. Ovviamente, i docenti di sostegno che non abbiano terminato il quinquennio di permanenza non possono chiedere di partecipare ai passaggi di ruolo su posti di tipo comune e su classi di concorso, fino al compimento del quinquennio.

Pertanto potrai chiedere il passaggio di ruolo sul sostegno anche se non hai terminato il quinquennio con la consapevolezza che tale quinquennio ricomincerà nel nuovo ruolo. (questo in base all’attuale normativa).

Graduatorie di istituto insegnanti: dalle provvisorie non si possono disporre nomine

Mer, 10/09/2014 - 17:17

Monia - Caro Orizzonte scuola, voglio sottoporre alla vostra attenzione una questione allarmante. Al momento non tutti gli istituti scolastici hanno prodotto le graduatorie provvisorie, molte di quelle prodotte sono errate. Molti docenti hanno avuto un punteggio sbagliato e molti non sono stati affatto inseriti nella graduatoria perché ci sono stati malfunzionamenti nel sistema.

Il giorno 15 settembre inizierà la scuola e le segreterie inizieranno a chiamare. Allo stato attuale le segreterie sono nel caos completo perché sono alle prese con i ricorsi e perché ancora non sanno da quale graduatoria attingere per convocare i docenti.

La mia domanda è la seguente: è possibile che le scuole convochino da graduatorie provvisorie errate? La mia speranza è che si riprenda almeno la graduatoria del triennio precedente. L’ufficio scolastico provinciale di Roma non ha dato alcuna indicazione e lunedì si sta avvicinando. Vi prego di indagare e darne avviso in tempo utile. Grazie

Lalla - gent.ma Monia, mai e poi mai le segreterie potrebbero nominare da graduatorie di istituto provvisorie, anche quando fossero corrette. Le graduatorie provvisorie infatti non hanno validità legale, non possono essere utilizzate come strumento ufficiale per le nomine.

Come sta accadendo in molte altre province, se non si farà in tempo, verranno utilizzate le graduatorie del triennio precedente, 2011/2014, una pratica di cui non avremmo voluto più sentire parlare dopo le rassicurazioni del Minsitero sulla pubblicazione delle graduatorie di istituto in tempo per l’avvio delle lezioni, ma che di fatto si è resa necessaria.

Pertanto, fino a quando le graduatorie di istituto 2014/17 non verranno pubblicate nella versione definitiva, rimangono in vigore quelle precedenti. Ma poichè esse dovranno a breve essere sostituite, i contratti possono essere stipulati solo "fino all’avente diritto"

Graduatorie di istituto e supplenze: nomine “fino ad avente diritto”. Le regole

ATA terza fascia 2014: il servizio “Salva Precari” non è riconosciuto

Mer, 10/09/2014 - 16:59

Valeria – Spett.le orizzonte scuola, sono AA della grad. Permanente e vorrei cambiare provincia. Nella compilazione del modello D1 inserimento non è presente il riquadro per l’inserimento dei servizi giuridici per D.M. N.82, D.M. 68 e D.M. 92 (2009-2010 e 2011) che ha riconosciuto il servizio giuridico a molti precari. Vorrei sapere se devo inserire i periodi nella pag. 6 servizio scolastico. Vi ringrazio per la cortese attenzione in attesa di un chiarimento al mio quesito.

di Giovanni Calandrino – Gentilissima Valeria, nella valutazione dei servizi nelle graduatorie di circolo e di istituto di III fascia ATA non è possibile valutare i servizi GIURIDICI ottenuti dal famoso “Salva Precari”.

Gli elenchi prioritari dei D.M. N.82, D.M. 68 e D.M. 92 hanno riconosciuto il servizio giuridico SOLO IN OCCASIONE DELL’AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE PERMANENTI, mentre gli stessi non sono validi per l’aggiornamento della III Fascia.

Pertanto, può solo inserire il servizio effettivamente svolto. Il provvedimento Salvaprecari serviva infatti a tutelare gli iscritti nelle Graduatorie Permanenti e ad assicurare il punteggio in esse.

Possibili date selezione corso di sostegno primaria

Mer, 10/09/2014 - 16:38

Rosanna – Buon pomeriggio sono un’insegnante inserita esclusivamente nelle graduatorie d’istituto, volevo informazioni, se possibile, riguardo le presumibili date di preselezione del TFA Scuola Primaria e TFA Sostegno Scuola Primaria

Lalla – gent.ma Rosanna, chiariamo innanzitutto

Non so cosa tu intenda con "TFA Scuola Primaria", dal momento che se sei inserita nelle graduatorie di istituto sarai possibilmente in possesso del diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02, che è stato dichiarato abilitante. Pertanto non c’è nessun TFA scuola primaria da attendere.

Per quanto riguarda il corso di sostegno – chiarita la possibilità di partecipazione – non ci sono ancora le date di pubblicazione dei bandi. In maniera informale le Università rimandano al periodo ottobre/novembre 2014 per le selezioni. Accesso ai corsi di sostegno per diplomati magistrale entro a.s. 2001/02

Il Miur ha riformulato il numero totale dei posti a disposizione per l’a.a. 2014/15 TFA specializzazione sostegno: Miur rivede tabella e i posti scendono a 6.602 , ma non li ha ancora distribuiti fra le varie Università, pertanto mancano ancora dei passaggi prima della pubblicazione dei bandi.

Le modalità di accesso Specializzazione sostegno: chiarimenti su modalità di accesso. Iscrizioni ancora non avviate

ATA III Fascia: titoli già posseduti nel 2011 nella nuova tabella hanno un diverso punteggio … quale modello compilare?

Mer, 10/09/2014 - 16:01

Claudia – Questo triennio l’ECDL è valutabile non solo per la posizione di AA, ma anche per quelle di AT e di CS. I titoli culturali non sono cambiati, ma i punteggi sulla base delle nuove tabelle di valutazione sì. Come devo comportarmi? Compilo il modello D1 (domanda di inserimento) o il D2 (domanda di conferma)? Grazie!

di Giovanni Calandrino – Gentilissima Claudia, come afferma l’art. 5 comma 5 del D.M. 717 del 5/9/2014 “… l’aspirante dovrà presentare, invece, la domanda di inserimento (Allegato D1) nel caso in cui vi siano difformità rispetto alla domanda del precedente aggiornamento relativo agli anni 2011-2013 di cui al D.M. n. 104 del 2011.

In tal caso l’aspirante deve compilare ex novo, in tutte le sue parti, il modulo domanda (Allegato D1), indicando il profilo professionale prescelto, i titoli di accesso al profilo professionale, eventuali titoli di cultura e di servizio valutabili ai sensi della tabella allegata al presente decreto (Allegato A), eventuali titoli di preferenza (Allegato B), nonché i titoli di accesso, limitatamente ai diploma di maturità, ai laboratori per il profilo professionale di assistente tecnico (Allegato C).”

Pertanto, nel suo caso deve compilare ex novo il Mod. D1 in tutte le sue parti, con riferimento alle nuove tabelle di valutazione.

I giorni di permesso per lutti sono 3 per ogni evento luttuoso e non ad anno scolastico

Mer, 10/09/2014 - 13:35

Elina – vorrei saper se in caso di più lutti in un anno scolastico si possono prendere tre giorni per ogni evento luttuoso o tre giorni in tutto Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissima Elina,

Gli artt. 15/1 (personale a TI) e 19/9 (personale a TD) del CCNL comparto Scuola prevedono che il dipendente della scuola, ha diritto, sulla base di idonea documentazione anche autocertificata, a permessi retribuiti per lutti per perdita del coniuge di parenti entro il secondo grado, di soggetto componente la famiglia anagrafica o convivente stabile e di affini di primo grado: gg. 3 PER EVENTO, anche non continuativi. I permessi sono erogati a domanda, da presentarsi al dirigente scolastico da parte del personale docente, educativo ed ATA.

“gg. 3 PER EVENTO…”

Pertanto, il diritto ai permessi in parola non è da intendere come “3 giorni complessivi ad anno scolastico”, ma tali giorni sono invece utilizzabili in relazione a ciascun episodio luttuoso (3 giorni per “ogni evento luttuoso”) che si può verificare durante lo stesso anno scolastico prescindendo da qualsiasi limite temporale tra un decesso e l’altro.

Iscrizione Ata terza fascia in due fasi: domanda cartacea + scelta scuole Istanze on line

Mar, 09/09/2014 - 22:50

Anna - Ho compilato il modulo di adesione on line al fine di inserirmi per la prima volta in una graduatoria ATA in qualità di infermiera. La registrazione è andata a buon fine, mi è arrivata l’ email con l’username e password e ho provato ad accedere ai servizi come indicato, per confermare il tutto.Il sito però non mi ha mai accettato la password nonostante fosse quella inviata tramite email; l’ho anche modificata ma continua a non farmi entrare. Non so come risolvere questo inconveniente

Lalla – gent.ma Anna, la registrazione a Istanze on line avviene in 3 fasi. Nella prima tu accedi al sito, richiedi la registrazione e viene prodotto un modulo di adesione che dovai consegnare ad una segreteria scolastica (qualsiasi scuola va bene), che farà quello che si chiama "riconoscimento fisico", poi ritornerai a casa e con i dati forniti dalla segreteria potrai concludere l’operazione di registrazione. In questa guida spieghiamo i passaggi in maniera dettagliata.

Guida alla registrazione a Istanze on line

Inoltre va detto che l’utilizzo di Istanze on line ti servirà solo in un momento successivo.

Entro l’8 ottobre 2014 infatti dovrai presentare il modello di domanda in modalità cartacea ad una scuola. Istanze on line servirà invece per la scelta delle 30 scuole, ma il servizio non è ancora attivo, ci sarà un nuovo avviso del Ministero che ci dirà le date in cui sarà possibile eseguire l’operazione.

Il nostro consiglio quindi è di concludere comunque la fase di registrazione a Istanze on line (recati in segreteria), ma nel frattempo di compilare e presentare la domanda cartacea.

Ata Aggiornamento/Conferma Graduatorie di Istituto III Fascia: guide e consulenza. Domande entro 8 Ottobre 2014

III Fascia ATA: è possibile chiedere inclusione per più profili?

Mar, 09/09/2014 - 22:22

Sono già inserita nelle graduatorie personale ata III fascia per il profilo di Assistente Tecnico, dovrei aggiornare il punteggio e quindi presentare l’allegato D1. Sono Perito Informatico (diplomata all’Istituto Tecnico Industriale Statale) e fino ad ora ho aggiornato la domanda mettendo come codice del titolo TF21. Potresti dirmi che significa il codice area professionale richiesto nella sezione C2 di pag. 4 del modulo D1? Col mio titolo di studio posso presentare domanda anche per altre aree e quali? E soprattutto devo compilare la sezione C2? Avendo lavorato il qualità di tecnico di Teoria dei processori TDP per due mesi credo di si.

Inoltre quest’anno vorrei presentare domanda ex novo di inserimento in graduatoria per Assistente Amministrativo. Devo presentare due modelli D1distinti?
Per la scelta delle scuole online, le scuole dovranno essere le stesse (30) per entrambi i profili in un unico allegato D3? Ringraziandoti ti saluto cordialmente

di Giovanni Calandrino – Gentilissima, in base al suo titolo di studio di “Perito Informatico” le AREE PROFESSIONALI a cui può accedere come Assistente Tecnico sono: AR02 (ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA) e l’area AR08 (FISICA), quindi nella sezione C2 di pag. 4 del Mod. D1 deve indicare:

Codice del TITOLO: TF21
codice area professionale: AR02 e AR08

I codici AREA nella sezione C2 indicano le aree di laboratorio cui è possibile accedere.

Ovviamente, può anche chiedere inclusione per il profilo professionale di Assistente Amministrativo.

Naturalmente compilando un SOLO Mod. D1, infatti nella stessa domanda è possibile richiedere contemporaneamente, l’inserimento di più profili professionali.

Il Mod. D3 (scelta delle istituzioni scolastiche, che sarà pubblicato successivamente e che sarà possibile compilare su Istanze on line ) è unico per tutti i profili richiesti.

Supplenze insegnanti precari estero: quando il prossimo bando

Mar, 09/09/2014 - 21:38

Giusy - Cara Lalla, sai se è stato pubblicato il nuovo bando relativo alle graduatorie per insegnare all’estero? Se non è stato pubblicato, sai quando sarà pubblicato il nuovo bando? Grazie.

Lalla – gent.ma Giusy, l’ultimo decreto per le graduatorie per il conferimento di supplenze a docenti non abilitati è del 2012. Si tratta del D.M. n° 3399 del 15/05/2012

Il decreto ha validità triennale. Le graduatorie di supplenti all’estero sono state costituite per gli anni scolastici 2012/2013, 2013/2014,2014/2015

Pertanto il nuovo decreto potrà essere pubblicato nella pimavera 2015 per il prossimo triennio.

Graduatorie di istituto terza fascia insegnanti: accesso alla A019

Mar, 09/09/2014 - 20:47

Dario – Ho presentato domanda per l’Inserimento in 3 Fascia Docenti per il Triennio 2014/2017 per la Classe di Concorso A019 relativa all’Insegnamento delle materie Giuridiche.Sono Laureato in Giurisprudenza V.O. nel 2009 e mi è venuto un dubbio, è s ufficiente la sola Laurea per Insegnare in 3 Fascia Docenti per la Classe A019 oppure è necessario sostenere degli Esami Integrativi ? Certo di un Vostro sollecito riscontro, Vi ringrazio anticipatamente.

Lalla – gent.mo Dario, il Miur ha predisposto una piattaforma nella quale è possibile consultare a quali classi di concorso si ha accesso con il proprio titolo di studio e per ogni titolo qual è il piano di studi considerato coerente con l’accesso. Piattaforma Miur

La classe di concorso A019 è una delle classi di concorso per le quali sono di solito richiesti esami integrativi, poichè la disciplina nelle scuole è Diritto ed economia, mentre le facoltà di Giurisprudenza solitamente non preparano a questo percorso, trascurando il settore dell’economia. Tutto dipende quindi dal piano di studi seguito.

In occasione dell’iscrizione al TFA secondo ciclo abbiamo predisposto una tabella con i titoli di studio che permettono l’accesso a questa classe di concorso. I requisiti sono gli stessi anche per la III fascia.

Accesso A019

ATA III fascia: refuso allegato D1 sezione B2 lettera F

Mar, 09/09/2014 - 20:32

Ugo – Ho riscontrato che nell’allegato D1 del Decreto Ministeriale 05/09/2014 per la terza fascia del personale ATA, esiste un errore nella sezione B2-modalità di accesso -lettera F nel punto in cui si dichiara di essere
già inserito nelle graduatorie del triennio 2008/2011 anzicchè nel triennio 2011/2014.

Probabilmente si tratta di un refuso copiato dal modello D1 del 2011, nel quale si richiedeva tale dichiarazione relativa al triennio precedente.

Chiedo se è sufficiente correggere a mano tale errore ovvero bisogna attendere un nuovo modello D1 corretto da parte del MIUR. Ringrazio anticipatamente per la risposta.

Lalla – gent.mo Ugo, poichè c’è ancora tempo fino all’08 ottobre 2014 per presentare la domanda, magari possiamo consigliare di temporeggiare qualche altro giorno.

In ogni caso la correzione del modello va bene, è evidente si tratti di un picco refuso, derivato come tu stesso dici, da un maldestro copia incolla.

E’ accaduto in altre occasioni che nel corso dell’aggiorrnamento il Miur abbiamo modificato i modelli, ma in ogni caso mantenendo come corretti quelli già presentati. Riteniamo pertanto che il refuso non possa causare alcun danno nella presentazione della domanda.

Graduatorie di istituto docenti: servizio militare vale solo in costanza di nomina

Mar, 09/09/2014 - 19:51

Massimo – Gentile Orizzonte Scuola, vorrei chiederVi gentilmente informazioni riguardo alle graduatorie III fascia. Io sono un docente in corsa nella classe di appartenenza C180 presso il Nautico di Savona. Nella mia richiesta di accesso alla suddetta graduatoria ho ben specificato il periodo di servizio militare svolto in FERMA DI LEVA PROLUNGATA nel biennio 1993/1995, ovvero successivamente all’acquisizione del diploma Nautico (1992) necessario per l’inclusione in graduatoria.

Nonostante un mio regolare reclamo, mi è stato risposto che il servizio militare è valido solo se prestato in costanza di nomina. Potete gentilmente informarmi sulla corretta valutazione di tali punti? Grazie per l’ascolto, e Vi prego di rispondermi.

Lalla – gent.mo Massimo, concordiamo con la valutazione della scuola. La tabella di valutazione dei titoli allegato B afferma alla nota 10 "Il servizio militare di leva e il servizio sostitutivo assimilato per legge al servizio militare di leva è interamente valutabile, purchè prestato in costanza di nomina"

Molti docenti, negli ultimi anni, hanno presentato reclamo. Le sentenze sono state varie, non tutte positive. Tuttavia, nonostante le varie sentenze, il Miur ripropone sempre la stessa formula.

Graduatorie ad esaurimento. Riconoscimento punteggio servizio militare svolto non in costanza di nomina. Il Miur modificherà la tabella?

Di ruolo prima nell’Infanzia poi nella Primaria. Dovrò ripetere l’anno di formazione?

Mar, 09/09/2014 - 18:35

Giovanna – sono una docente di scuola primaria e avrei bisogno di un chiarimento  piuttosto urgente relativamente all’anno di prova/formazione. Sono entrata in ruolo nel Settembre 2013 nella scuola dell’infanzia, con  nomina dalla graduatoria del concorso 2012. Nell’anno scolastico 2013/2014  quindi ho espletato tutte le incombenze dell’anno di prova/formazione: 180   giorni di servizio, redazione e discussione della tesina e partecipazione al  corso di formazione con successiva conferma del ruolo. A fine Agosto 2014,  però, ho accettato una nuova nomina a tempo indeterminato, anche questa dalla  graduatoria del concorso docenti, ma stavolta su posto di sostegno nella scuola  primaria. Appena arrivata nella mia nuova scuola ho illustrato la mia situazione per sapere se avrei dovuto ripetere il tutto: la Dirigente ha detto  che l’anno già svolto non è utile per la nuova immissione trattandosi di due  ambiti diversi, pertanto al prossimo collegio docenti (tra qualche giorno) mi  assegnerà il tutor e dovrò ripetere l’iter completo. Mi chiedo se la procedura è corretta o se, invece, ci sono riferimenti  normativi chiari che possono far luce sulla situazione.

Nel forum e nella  rubrica ChiediloaLalla ho trovato diverse risposte su casi simili, tutte relative a “passaggi di ruolo”. Mi chiedo se il mio caso (ovvero due immissioni  diverse da canali diversi) sia da considerare effettivamente “passaggio di  ruolo” o se si tratta di una situazione diversa. Chiedo queste informazioni  anche per sapere come comportarmi per la ricostruzione di carriera: a questo  punto dovrò aspettare il prossimo anno o posso procedere già da ora (come avrei fatto nel caso fossi rimasta con incarico alla scuola dell’infanzia)?

Paolo Pizzo – Gentilissima,

la Dirigente è in errore.

A te sono comunque applicabili tutti i riferimenti normativi che ho elencato in questo articolo (che potrai far leggere alla DS) anche se non hai ottenuto un classico “passaggio di ruolo”. Ciò che infatti conta è che tu abbia già effettuato l’anno di formazione nella scuola dell’Infanzia cosa che, come leggerai, bisogna svolgere UNA SOLA VOLTA NELLA CARRIERA.

Pertanto, dovrai effettuare solo i 180 gg di servizio senza alcun tutor né dovrai sederti di fronte il comitato di valutazione.

rss facebook twitter google+
anief
formazione docenti
formadocenti classeviva


In evidenza