ads

ads
Condividi contenuti
Domande e risposte sul mondo della scuola. Un blog di Orizzontescuola.it
Aggiornato: 13 min 54 sec fa

Graduatorie ad esaurimento: negato trasferimento dalla provincia di Trento in altra provincia

Gio, 17/04/2014 - 17:38

Giuliana – Sono delle Marche e sono iscritta nelle GAE della provincia di Trento dal a.s.2006/2007 nella classe di concorso A036/A037. Data la riapertura delle graduatorie ho deciso di trasferirmi in un altra regione per motivi personali. Stamattina ho telefonato alla sovraintendenza di Trento e mi è stato detto che:

NON è possibile lasciare la provincia di Trento (????)nel caso di trasferimento, le altre regioni d’ Italia NON accetterebbero una mia eventuale iscrizione in graduatoria

Come è possibile precludere la possibilità di trasferimento dal momento che "in Italia" è prevista una mobilità nella scelta delle provincie? Non ci sono deroghe, nè eccezioni? Si è condannati a vita? Insomma, capisco la provincia autonoma, ma questo sembra più uno stato di prigionia che non tiene conto delle esigenze degli insegnanti, nè delle variazioni che possono incorrere nella vita privata degli stessi.

quindi, chiedo di nuovo, dopo aver insegnato in Veneto e in Trentino, dopo aver accumulato punteggio etc etc, se voglio cambiare provincia sono davverocostretta ad iscrivermi nelle graduatorie d’ istituto e ricominciare tutto da
capo? sono davvero costretta a subire scelte, imposte senza una reale motivazione? solo per sottolineare l’ autonomia di una regione?

sono a conoscenza che non sono la sola ad essere in questa condizione.

spero di ricevere chiarimenti, e soprattutto spero che qualcuno (sindacati etc etc che intasano le mail con le loro promesse di ricorso!!) si occupi seriamente della questione, indiscutibilmente ingiusta e priva di senso.

Lalla – gent.ma, al momento ci risulta che l’unico sindacato ad occuparsi nello specifico tale questione sia l’Anief, per il quale "la permanenza della provincia di Trento in tale situazione configurerebbe una grave situazione di illegittimità in quanto in contrasto con i limiti di competenza ad essa attribuiti, in violazione del diritto dei docenti interessati alla libera circolazione sul territorio nazionale non solo costituzionalmente riconosciuto ma anche tutelato dall’UE nel TUE"

ANIEF ha pertanto richiesto al Miur e all’Intendenza Scolastica di Trento una risposta chiara e risolutrice, anche in considerazione del fatto che i funzionari in questi giorni informalmente interpellati, sia a livello Ministeriale sia a livello Provinciale, non sono stati in grado di fornire una spiegazione esauriente e normativamente fondata.

Ti consigliamo di contattare il sindacato per eventuali altre informazioni, noi purtroppo non riusciamo ad aiutarti di più.

Aggiornamento GaE: ANIEF chiede chiarezza sui trasferimenti da Trento

Servizio: quando i 180 gg. devono essere considerati “utili” e quando no

Gio, 17/04/2014 - 10:29

Antonella  - vorrei sapere se nel computo dei 180 giorni contano anche i giorni di malattia usufruiti per me e per il bambino.

Paolo Pizzo  -Gentilissima Antonella,

nel quesito non è chiaro cosa intendi per “180 gg”.

Pertanto, se tu sei neo immessa in ruolo o hai ottenuto il passaggio di ruolo e quindi sei nell’anno di prova e di conseguenza con 180 gg. intendi i giorni utili a tale fine, allora la risposta è negativa. Tutte le assenze per malattia o per maternità (escluso il primo mese di interdizione o congedo obbligatorio) non sono utili (quindi non sono utili i giorni di assenza per malattia propria, per congedo parentale, per malattia bambino, sia retribuiti che non retribuiti).

Se per 180 gg. invece ti riferisci a chi deve calcolare tali gg. come “anno di servizio” (sia se ci riferiamo al docente precario che a quello di ruolo) allora tali assenze sono utili (quelle per maternità/paternità sono utili anche se non retribuite).

Graduatorie ad esaurimento 2014: il servizio svolto nella secondaria non vale per la primaria e viceversa

Gio, 17/04/2014 - 06:49

Saveria - Avrei bisogno di un chiarimento in merito alla valutazione del servizio per la GAE per la Scuola Primaria. Io ho prestato servizio presso la Scuola Secondaria di Primo Grado durante la durata legale del corso di Scienze della Formazione Primaria.

Tale servizio è valutabile ai fini dell’inserimento nella graduatoria ad esaurimento per la Scuola Primaria?

Lalla - gent.ma Saveria, la risposta è negativa per due motivi.

Innanzitutto il servizio svolto durante il periodo di durata legale del corso di laurea in Scienze della formazione primaria non può essere valutato.

La tabella di valutazione dei titoli afferma infatti al punto B.3) punto c “non sono valutabili i servizi di insegnamento prestati durante il periodo di durata legale dei corsi di specializzazione per l’insegnamento secondario SSIS, dei corsi di Didattica della musica, dei corsi Cobaslid e del corso di Laurea in Scienze della formazione primaria, qualora utilizzati come titolo di accesso a una graduatoria di una qualsiasi classe di concorso/posto”

Il servizio eventualmente prestato può essere valutato solo se risulti già inserita a pieno titolo nelle Graduatorie ad esaurimento in virtù di precedente titolo (concorso o corso riservato).

Ma nel tuo caso c’è un’ulteriore motivo per cui il servizio non può essere valutato, neanche se fossi già inserita in GaE con altro titolo. Si tratta del fatto che il servizio è stato svolto nella scuola secondaria di I grado. La tabella di valutazione afferma al punto B3) lettera f4: Il servizio prestao nella scuola secondaria di I e II grado è valutabile esclusivamente per le graduatorie relative a tali tipi di scuole.

Pertanto, non si può far valutare il servizio svolto nelle scuole secondarie alla primaria/infanzia e viceversa.

Tutte le guide sulle graduatorie ad esaurimento

Graduatorie ad esaurimento 2014: corso di perfezionamento 1500 ore 60 CFU va inserito nella sezione F2 punto C7

Mer, 16/04/2014 - 22:14

Stefania – sono inclusa nella graduatoria ad esaurimento della scuola primaria e questo è il primo anno che mi troverò ad inserire i tre anni di servizio, ho già letto nel forum che va specificato se prestato servizio sul sostegno anche senza abilitazione (grazie x l’info) nel frattempo ho frequentato e conseguito un corso di perfezionamento di 1500 ore- 60 crediti(3punti).

guardando la domanda non mi è chiaro dove inserirlo…nella sezione F si riferisce a III e IV fascia? Ho paura di perdere i 3 punti…ma io di quale fascia faccio parte? Ho vinto il concorso del 2000. Scusate ma sono solo tre anni che sono entrata nella scuola. Grazie per l’attenzione!

Lalla - gent.ma Stefania, ti confermiamo che sei inserita nella III fascia delle graduatorie ad esaurimento (in questa guida spieghiamo invece chi è inserito nella IV fascia)

I titoli culturali, per chi è inserito nella III fascia, vanno inseriti nella sezione F. In particolare il corso di perfezionamento da 1500 ore e 60 CFU nel punto C7 "Corsi di perfezionamento, master universitario di I e II livello di durata annuale (corrispondenti a 1500 ore e 60 CFU), con esame finale coerenti con gli insegnamenti ai quali si riferisce la graduatoria".

La disposizione è confermata anche nel dm n. 235 del 1° aprile 2014, che supera controverse interpretazioni degli aggiornamenti precedenti "13. I corsi di perfezionamento universitari di durata annuale, strutturati su 1.500 ore e 60 crediti, che si concludono con l’esame finale previsto dai rispettivi statuti universitari, coerenti con gli insegnamenti cui si riferisce la graduatoria, rientrano tra i titoli previsti dal punto C.7 della Tabella di valutazione dei titoli .

Tutte le guide sulle graduatorie ad esaurimento 2014

Allattamento: come garantire la continuità didattica e l’unicità di insegnamento. Chiarimenti per la scuola

Mer, 16/04/2014 - 22:07

Scuola – vorremmo la tua opinione circa la seguente problematica: Una supplente temporanea in astensione obbligatoria è stata da noi nominata per 6 ore su una cattedra di matematica e scienze, la stessa ha accettato la nomina ma non ha assunto servizio, per cui abbiamo provveduto a conferire la nomina ad un’altra supplente temporanea.  Durante il periodo di supplenza, la docente in astensione è rientrata ed ha chiesto l’allattamento, che le è stato concesso per 2 ore settimanali, sulle copertura delle quali abbiamo difficoltà. Ci puoi aiutare?

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

questa la situazione:

titolare assente per congedo di maternità;

nomina di un supplente che assume effettivo servizio;

la titolare rientra solo per 4 ore mentre le 2 le prende come allattamento (si presume che le 6 ore siano distribuite su 2 giorni a settimana).

Il supplente ha titolo per continuità didattica a rimanere sulle 2 ore di allattamento mentre la titolare rientrerà in servizio per le 4 ore.

Bisognerebbe però capire come è strutturato l’orario nelle classi e quindi in quali classi si insegna matematica  e in quali scienze, in quanto le due insegnanti non possono insegnare nella stessa classe la stessa disciplina.

Dovrete quindi stare attenti a mantenere la continuità didattica del supplente ma nello stesso tempo a garantire l’unicità di insegnamento (si potrebbe anche prevedere che la titolare abbia un’ora a disposizione: per esempio 3 di insegnamento e 1 a disposizione).

 

Graduatorie ad esaurimento 2014: le sezioni da compilare per la domanda di permanenza

Mer, 16/04/2014 - 22:02

Monica – Cara Lalla mi scuso se la disturbo, ma mi rivolgo a lei perché prima di inoltrare la domanda di permanenza in GaE ho bisogno di una conferma. La mia situazione mi sembra semplice: sono abilitata nella A019, specializzata anche nel sostegno ed inserita nelle Graduatorie della provincia di Vicenza, dove intendo restare.

In questo triennio dopo l’ultimo aggiornamento non ho né prestato servizio né conseguito alcun nuovo titolo valutabile.

Pertanto ritengo che nel mio caso io debba indicare "Permanenza" (il che implica compilazione delle sole sezioni A, B , H, I, L, M ), in quanto l’Ufficio scol. provinciale di Vicenza ha già tutti i dati in possesso dal precedente aggiornamento (e pertanto non è necessario che compili la sezione C, già sanno che sono nella A019 e nell’elenco del sostegno). E’ corretto il mio ragionamento? Resto in attesa di riscontro, ringraziando anticipatamente.
Aggiungo un grazie e i miei complimenti per il supporto che ci date sempre con le vostre rubriche!

Lalla – Gent.ma Monica, l’aspirante che compila la domanda per la Graduatoria ad esaurimento 2014/17 volendo solo confermare la propria presenza in graduatoria (operazione che necessariamente deve compiere anche chi non deve comunicare nuovi titoli e servizi, pena il depennamento) vedrà comparire già compilata la sezione C con le graduatorie in cui è inserito (non è possibile modificarla in caso di sola permanenza).

Le sezioni compilabili , come giustamente hai detto, sono

A dati anagrafici (non modificabile)

B no, perchè se sei iscritto con riserva già la scelta di conferma fa capire che non hai nulla di nuovo rispetto al precedente triennio, se invece devi scioglierla avrai cliccato su Aggiornamento, in quanto è una variazione rispetto al triennio precedente

H, I, L, M corretto.

Ti invitiamo a leggere questa guida del sindacato Anief, che segue passo dopo passo la procedura per compilare la domanda di permanenza.

Tutte le guide sulle graduatorie ad esaurimento 2014

Graduatorie ad esaurimento 2014: cosa significa “rinuncia preventiva a nomina di sostegno” sezione C2

Mer, 16/04/2014 - 21:36

Samantha - Devo o non devo compilare la sezione C2 (Rinuncia preventiva a nomina di sostegno)? Non possiedo l’abilitazione specifica per il sostegno quindi presumo di non dover compilare quella sezione.

Lalla - gent.ma Samantha, N.B. Tale dichiarazione non può esser resa da coloro che hanno conseguito l’abilitazione o il titolo di sostegno ai sensi del D.M. 21/05, che mantengono l’obbligo alla nomina prioritaria su posto di sostegno.

Con tale domanda il docente rinuncia all’attribuzione della nomina su posto di sostegno in base alla specializzazione precedentemente dichiarata.

Tale rinuncia avrà effetto a decorrere dall’anno scolastico 2009/2010 il Ministero permette di rinunciare preventivamente alla nomina su sostegno (riguarda esclusivamente chi è in possesso del titolo di specializzazione e già inserito nei relativi elenchi).

La rinuncia si configura come una cancellazione di tutte le specializzazioni di sostegno dichiarate, al fine di poter conservare il diritto alla sola nomina su posto comune. Negli aggiornamenti successivi non è possibile inserirsi nuovamente.

Ricordiamo che

- per le supplenze annuali o fino al termine delle attività didattiche le disposizioni annuali sul conferimento delle stesse dispongono:
” Per quanto riguarda le operazioni di attribuzione delle supplenze da parte degli USP e delle “scuole di riferimento”, si ribadisce l’esigenza, richiamata anche negli anni decorsi, di dare priorità alle supplenze relative ai posti di sostegno da assegnare agli aspiranti in possesso del titolo di specializzazione; ciò sia per le particolari, più laboriose modalità di individuazione degli aventi titolo e di conferimento delle supplenze stesse, che al fine di assicurare tempestivamente il sostegno agli allievi disabili. ”

Seguici su Facebook, news in tempo reale

Pertanto la nomina su sostegno avviene prima delle nomine curricolari, e il conferimento delle supplenze non è soggetto a rifacimento nel caso di disponibilità nelle classi curricolari.

- per le nomine a tempo indeterminato, l’assunzione su posto di sostegno comporta la permanenza nel ruolo per un periodo di 5 anni, e che la nomina dall’elenco di sostegno comporta la cancellazione definitiva dalla classe curricolare di riferimento.

Va anche detto che il rifiuto della supplenza su sostegno non ha conseguenze sulla eventuale nomina sulla classe curricolare e, nonostante si tratti di casi sporadici, è bene che il Ministero fornisca questa possibilità.

N.B. Tale dichiarazione non può esser resa da coloro che hanno conseguito l’abilitazione o il titolo di sostegno ai sensi del D.M. 21/05, che mantengono l’obbligo alla nomina prioritaria su posto di sostegno.

Tutte le guide sulle graduatorie ad esaurimento 2014

Graduatorie ad esaurimento: chi è iscritto con riserva deve dichiarare i servizi se conseguirà il titolo nel triennio

Mer, 16/04/2014 - 21:08

Teresa – sono un’insegnante iscritta nelle graduatorie d’istituto in terza fascia (con diploma d’istituto magistrale) per la scuola primaria e infanzia. Sono inserita anche nelle graduatorie ad esaurimento con riserva in quanto iscritta a SFP (2007) in attesa del conseguimento del titolo per la scuola primaria. Volevo chiedere se il punteggio maturato nella graduatoria d’istituto (III fascia) presso la scuola primaria può essere inserito nella graduatoria ad esaurimento dove sono iscritta con riserva. Grazie!

Lalla - gent.ma Teresa, il tuo quesito è generico, per cui la risposta non può che essere teorica: sì, il servizio maturato con reclutamento dalla III fascia delle graduatorie di istituto deve essere indicato.Va indicato adesso perchè annualmente, nel periodo di vigenza delle graduatorie, il Ministero dispone un decreto per lo scioglimento della riserva; potrebbe dunque accadere che tu possa comunicare l’avvenuto conseguimento del titolo in tempo utile per gli incarichi dell’a.s. 2015/16.

In quell’occasione il Ministero però dà modo solo di comunicare lo scioglimento della riserva, mentre si considerano i punteggi dichiarati e maturati entro la data di scadenza per l’aggiornamento triennale, posta in questo caso al 10 maggio 2014. Quindi, se prevedi di laurearti e sciogliere la riserva entro i prossimi 3 anni, ti conviene dichiarare adesso i servizi.

Seguici su Facebook, news in tempo reale

Altra avvertenza. Puoi dichiarare solo i servizi che non siano coincidenti con il periodo di durata legale del corso di Laurea in SFP. La tabella di valutazione dei titoli afferma infatti al punto B.3) punto c “non sono valutabili i servizi di insegnamento prestati durante il periodo di durata legale dei corsi di specializzazione per l’insegnamento secondario SSIS, dei corsi di Didattica della musica, dei corsi Cobaslid e del corso di Laurea in Scienze della formazione primaria, qualora utilizzati come titolo di accesso a una graduatoria di una qualsiasi classe di concorso/posto”

Quindi, se nell’a.a. 2007/08 ti sei iscritta al I anno, dovrai non tener conto degli anni fino al 2010/11. Puoi dichiarare quelli precedenti al 2007/08 e quelli successivi al 2010/11. Se invece nell’a.a. 2007/08 sei stata inserita al corso di SFP ad anni successivi al primo, per riconoscimento di crediti pregressi, dovrai seguire quanto indicato in una FAQ del Ministero del 2007:

“D.: All’aspirante che si iscrive in graduatoria ad esaurimento per la scuola primaria che abbia conseguito la laurea in scienze della formazione primaria a seguito di un corso abbreviato (es. iscritto al 3° anno) in virtù del riconoscimento di crediti formativi conseguiti in altri corsi di laurea, non vengono valutati i servizi d’insegnamento relativi agli anni in cui ha frequentato il corso di laurea in scienze della formazione primaria?

R.: All’aspirante in questione, cui spettano 30 punti, non vengono valutati 4 anni di servizio (durata legale del corso di laurea), a partire da quello in cui si è iscritto per la prima volta (3° anno) e comprendendovi i due anni precedenti (1° e 2°) e quello successivo (4°), anche se il titolo è stato conseguito in anni accademici successivi. Analogamente, se la laurea in questione o l’abilitazione presso la S.S.I.S. è stata conseguita “fuori corso”, il periodo di durata legale del corso decorre dalla data di iscrizione.”

In ogni caso, anche se sei incerta sul fatto che conseguirai o meno il titolo nel triennio, il nostro consiglio è di inserire i servizi, non si sa mai.

Tutte le guide sulle graduatorie ad esaurimento 2014

Graduatorie ad esaurimento 2014: non è possibile spostare i punteggi già valutati da una graduatoria ad un’altra

Mer, 16/04/2014 - 20:24

Andrea – Volevo sapere se si potevano spostare con l aggiornamento delle graduatorie i punti dell inserimento ottenuti con la ssis da una graduatoria ad un altra. io avevo inserito nel 2008 30 punti della ssis nella graduatoria A030 (ed. fisica nella scuolamedia) ma non ho mai lavorato alle medie per mancanza di disponibilità e volevo sapere se si potevano spostare nella gradutoria A029 (ed. fisica scuola superiore) dove avevo solo 16 punti ssis ma dove oramai sto lavorando da 6 anni. In attesa di una gentile risposta, porgo distinti saluti.

Lalla – gent.mo Andrea, la risposta è negativa. Il dm n. 235 del 1° aprile 2014 afferma all’art. 2 comma 3 "Non è possibile, invece, spostare i punteggi già attribuiti ai sensi della tabella di valutazione relativa alla III fascia delle graduatorie ad esaurimento, da una graduatoria ad altra".

Il Ministero persiste in questa interpretazione della normativa, che in realtà è stata molto controversa in questi anni.

In merito si segnalano alcune sentenze positive di Giudici del Lavoro, ma il Ministero non ha modificato la propria posizione.

Graduatorie ad esaurimento 2014. Nuovo indirizzo Scienze della formazione primaria: quando vale 3 punti e quando 6

Mer, 16/04/2014 - 19:57

Silvia - Sono un’insegnante di scuola primaria inserita nelle gae della scuola primaria comune e sostegno (provincia Rieti) con laurea in SFP+sos come titolo di accesso…Tuttavia nel 2012 ho conseguito una nuova laurea in SFP +sos indirizzo infanzia che adesso vorrei aggiungere ai titoli culturali della sezione F2 (insieme ai due master), ma non capisco se devo inserirlo come tipologia C1 o C9.(?)

Lalla - il nostro consiglio è di inserirla al punto C2 (anche se in termini di punteggio non cambia nulla rispetto a C1), 3 punti.

Non può essere inserita in C9, perchè in quel caso si valuta la laurea nell’indirizzo corrispondente alla graduatoria in cui sei già inserita in graduatoria. Se ad es. fossi inserita in graduatoria con titolo di accesso concorso o corso riservato per la primaria e conseguissi il titolo di Laurea in scienze della formazione primaria ma non lo utilizzassi come nuovo titolo di accesso, avresti diritto ad inserirlo al punto C9, e avere 6 punti.

Ma dal momento che tu non inserita nella Graduatoria ad esaurimento per la scuola dell’infanzia questo discorso non si può fare. La tabella di valutazione dei titoli

Seguici su Facebook, news in tempo reale

Silvia – Inoltre vorrei sapere se è necessario che inserisca anche questo nuova specializzazione sostegno infanzia nella sezione C3 "Elenchi sostegno"…se si non c’è pericolo che questa nuova specializzazione mi sostituisca quella già dichiarata negli anni precedenti con depennamento dalle graduatorie del sos primaria?… Spero di esser stata chiara! Anticipatamente ringrazio!

Lalla – la risposta è negativa, non puoi inserire la specializzazione su sostegno infanzia, in quanto si tratta di una specializzazione correlata alla graduatoria, e dal momento che per la graduatoria di infanzia non sei presente, non puoi comparire neanche nell’elenco di sostegno.

La specializzazione su sostegno non può essere fatta valere neanche come punteggio, come specificato in una FAQ del Ministero del 2007, ancora riconfermabile "

28)
D.: Il diploma di specializzazione all’insegnamento su posto di sostegno è titolo valutabile ai sensi della Tabella approvata con DM n.27 del 15.3.2007 (Allegato 2 al DDG)?
R.: No, in quanto trattasi di titolo valido esclusivamente per l’accesso all’attività didattica di sostegno, non ricompreso tra i titoli indicati ai punti C.6, C.7 e C.8. della Tabella (All. 2 al DDG). "

Dunque il titolo conseguito potrà essere valutato 3 punti nella graduatoria della scuola primaria.

Va invece detto che in occasione della pubblicazione del decreto relativo alle graduatorie di istituto (probabilmente a maggio), per la scuola di infanzia + elenco di sostegno potrai iscriverti nella II fascia

Tutte le guide sulle graduatorie ad esaurimento 2014

Graduatoria ad esaurimento: servizi contemporanei nello stesso anno scolastico. Quale dichiarare?

Mer, 16/04/2014 - 09:26

Angela – sono un’insegnante della scuola dell’infanzia della provincia di Udine che deve fare l’aggiornamento delle graduatorie ho un dubbio: devo inserire solo i servizi ma avendo fatto degli spezzoni ( ad esempio quest’anno ho 18 ore in una scuola e 5 in un’altra) li devo inserire tutti e due ? superando  i 180 giorni devo inserire lo stesso il numero dei giorni? poi le 18 ore sono su sostegno pur non avendo la specializzazione devo sbarrare nella sezione dove si inseriscono i servizi anche dove vi è scritto sostegno? Spero di essere stata chiara .

Paolo Pizzo – Gentilissima Angela,

dal momento che i 12 punti si raggiungono con 166 gg. di servizio si può inserire un solo servizio che abbia tali caratteristiche. Se quindi hai contemporaneamente due spezzoni nello stesso ordine di scuola (nel tuo caso quindi Infanzia) e tutti e due ti permettono quanto detto (es. tutte  e due sono al 30/6), ne puoi inserire solo uno in quanto a nulla rileva ai fini del punteggio l’orario settimanale (18 o 5 ore). Ciò che conta è solo l’arco temporale indicato dal contratto (escludendo eventuali giorni di assenza non retribuita: es. permesso per motivi familiari, aspettativa non retribuita ecc.).

E’ ovvio che se tra i due  indicherai il servizio sul sostegno dovrai barrare la relativa casella per la tipologia di posto.

Le guide.

Graduatorie ad esaurimento: servizio svolto su sostegno

Mer, 16/04/2014 - 08:52

Letizia – sono un’insegnante della scuola primaria iscritta alle GAE e alle graduatorie di istituto. In questi anni ho lavorato come insegnante di sostegno (non ho la specializzazione nel sostegno) tramite le graduatorie di istituto. Questo servizio che ho svolto fa punteggio ora che c’è l’aggiornamento delle GAE? Mi è venuto il dubbio leggendo i criteri per calcolare il punteggio sul vostro sito.

Paolo Pizzo – Gentilissima Letizia,

si presume che tu sia stata chiamata in relazione alla posizione utile che occupavi nella graduatoria della primaria. Pertanto, il servizio svolto su sostegno lo potrai far valutare su quest’ultima.

Le guide

Congedo biennale: ferie, tredicesima mensilità e TFR

Mar, 15/04/2014 - 22:27

Carlo – gentile redazione di orizzonte scuola, sono un assistente amministrativo volevo chiedervi ho usufruito 6 mesi di congedo biennale volevo sapere se in tale periodo si maturano ferie tredicesima.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Carlo,

Il comma 5-quinquies, articolo 42 del Decreto 151/2001, stabilisce che il periodo trascorso in congedo non rileva ai fini della maturazione delle ferie, della tredicesima mensilità e del trattamento di fine rapporto.

Graduatoria interna di istituto: come considerare il perdente posto del 2012/13 e degli anni precedenti

Mar, 15/04/2014 - 21:11

Docente – Ho letto spesso i vostri consigli utilissimi. Ho un  dubbio : nella  graduatoria dei soprannumerari la docente arrivata quest’anno come perdente  posto, che non ha presentato la domanda di rientro nella scuola di precedente  titolarità, presenta ancora questa precedenza?   Gradirei  di una tua risposta , ti  saluto cordialmente.

Paolo Pizzo – Gentilissima docente,

la docente arrivata l’ 1/9/2013 è considerata insieme a tutti gli altri docenti già presenti nell’organico della scuola dagli anni precedenti solo se si tratta di una perdente posto dichiarata tale lo scorso anno scolastico.

Se invece è una perdente posto degli anni precedenti al 2012/13 allora va considerata a domanda volontaria e quindi ultima arrivata.

Per semplificare la questione si può tenere presente quanto segue: il primo caso riguarda chi ha prodotto domanda cartacea lo scorso anno; nel secondo invece rientra chi a prodotto domanda di trasferimento online.

La prima docente, infatti, è colei che è stata dichiarata perdente posto solo lo scorso anno (2012/13) in quanto la domanda quando si è dichiarati perdente posto è da presentare solo cartacea e dopo le scadenze di istanze online;  la seconda è colei che invece era perdente posto dagli anni precedenti il 2012/13 e quindi ha potuto produrre solo domanda online scegliendo quindi volontariamente la scuola di attuale titolarità (altrimenti non le sarebbe mai stata assegnata).

Solo la seconda docente può essere considerata ultima arrivata.

Si precisa che in tutte e due i casi a nulla rileva se per questo anno non hanno condizionato la domanda.

Quest’ultima cosa rileverà infatti solo il prossimo anno ai fini di non poter rientrare nella scuola di ex titolarità (ovvero termina la “precedenza”) e fa terminare la continuità acquisita nell’ex scuola.

Graduatorie di istituto III fascia e inserimento laureati dopo il 19 luglio 2013

Mar, 15/04/2014 - 12:51

Daniele – Sono un ragazzo laureato in scienze motorie e specializzato alla magistrale in scienze e tecnica delle attività motorie preventive e adattate.Vorrei apere quando, e se sarà possibile iscrivermi alle graduatorie d’istituto relativa al triennio 2014/2017, in quanto ho concluso la magistrale il 20 /12/2013.In attesa di una vostra risposta vi porgo i miei più cordiali saluti.

Lalla - gent.mo Daniele, il decreto per le graduatorie di istituto sarà pubblicato nelle prossime settimane, probabilmente nel corso del mese di maggio.

In quell’occasione il Ministro chiarirà se si potrà considerare superata l’esclusione dall’iscrizione alla III fascia delle Graduatorie di istituto sancito dal decreto 25 marzo 2013, n. 81, entrato in vigore il 19 luglio 2013 , che le voleva far diventare “ad esaurimento” e dunque escludeva coloro che hanno conseguito il titolo dopo tale data.

La nostra idea è che l Ministro non potrà fare altrimenti, poichè la previsione contenuta in quel decreto avrebbe dovuto essere accompagnata da uno stabile canale di abilitazione, ma il progetto iniziale è miseramente essere fallito (il II ciclo TFA non è stato ancora avviato, saltando un anno).

Per questo motivo nel comunicato del 18 gennaio 2014 l’ex Ministro Carrozza scriveva ” Infine, la laurea continuerà ad essere titolo di studio valido per l’inserimento nelle graduatorie di istituto in terza fascia. ”

Ciò avrebbe dovuto essere sancito in un decreto, al momento dato per disperso, ma di cui come detto sentiremo parlare nelle prossime settimane.

Graduatorie ad esaurimento: come si valuta il servizio su sostegno

Mar, 15/04/2014 - 12:36

Pasqualina – sono un’insegnante di scuola materna, ho avuto una supplenza annuale di sostegno su ore in deroga,mi chiedevo se nella domanda di aggiornamento graduatoria permanente dovrò specificare "sostegno" nel servizio che inserirò?non ho la specializzazione.

Lalla – gent.ma Pasqualina, la risposta è affermativa, il servizio va contrassegnato per quello che effettivamente è stato e che in caso l’amministrazione potrebbe controllare richiedendone gli estremi alla scuola (ricordiamo infatti che la domanda è una autocertificazione, ma che sono sempre possibili e auspicabili i controlli).

Il servizio su sostegno nella III e IV fascai delle Graduatorie ad esaurimento viene così valutato:

"Il servizio su posto di sostegno, se prestato con il possesso del diploma di specializzazione, è valutato con punteggio intero in una delle classi di concorso o posto di insegnamento comprese nell’area disciplinare di appartenenza, a scelta dell’interessato e, relativamente agli istituti di istruzione secondaria di II grado, anche se prestato in area diversa, in assenza di candidati nell’area di riferimento;

in mancanza di detto diploma di specializzazione la valutazione del servizio è destinata obbligatoriamente alla graduatoria da cui è derivata la posizione utile per il conferimento della nomina”

Graduatorie ad esaurimento 2014: la domanda di trasferimento va diretta alla nuova provincia

Lun, 14/04/2014 - 17:51

gentile Lalla, dovendo aggiornare la mia posizione per il prossimo triennio. per necessità familiari devo cambiare provincia da Bologna a Reggio emilia e mi è venuto un dubbio che è il seguente: la domanda di aggiornamento e relativo cambio di provincia devo trasmetterla a Reggio emilia o come mi diceva qualcuno alla vecchia provincia? Grata per la tuaa gntilezza ti invio cordiali saluti.

Lalla – gent.ma, la risposta al tuo quesito si trova all’interno di Istanze on line, in quello che il Miur ha chiamato "corso on line" e che ogni docente (secondo il Miur) dovrebbe leggere prima di accedere alla schermata.

Per comodità noi abbiamo ricopiato quanto riportato dal Ministero Graduatorie ad esaurimento 2014/17: presente su Istanze on line la domanda di aggiornamento. Le istruzioni

Il Ministero così risponde al tuo quesito

"La domanda di trasferimento, anche della posizione con riserva, va diretta all’Ufficio Scolastico della nuova provincia prescelta. la richiesta di trasferimento comporta il trasferimento da tutte le graduatorie in cui l’aspirante è iscritto, e conseguentemente la cancellazione dalla provincia precedente. "

Pertanto è il nuovo Ufficio scolastico, quello di arrivo, a dover prendere in carico la tua domanda. Un rapporto con l’Ufficio Scolastico di provenienza rimarrà solo per quanto riguarda l’accertamento dei titoli.

  • Graduatorie ad esaurimento: i controlli per chi cambia provincia. Vai alla pagina

Graduatoria interna di istituto: valutazione del servizio prestato su sostegno in piccola isola. Chiarimenti per la scuola

Lun, 14/04/2014 - 17:32

Scuola – Ai fini dell’individuazione dei soprannumerari come si valuta il servizio di un docente di sostegno che ha prestato servizio nelle piccole Isole. E dove posso trovare la norma di riferimento .

Paolo Pizzo – Il servizio svolto su sostegno e su piccola isola va raddoppiato, nel senso che vanno aggiunti ulteriori 6 pp. per ogni anno prestato.

Quindi 18 pp (6 pp. anno di servizio, più 6 pp. per il sos più 6 pp. per la piccola isola).

Si ricorda che il servizio svolto su sostegno va raddoppiato solo se il docente è titolare su tale tipologia di posto.

Quanto detto è contenuto nella “Premessa” e nella nota 2 della tabella di valutazione titoli allegata al CCNI 2014/15.

Graduatorie di istituto, ancora incerta la collocazione dei PAS

Lun, 14/04/2014 - 16:38

Sam - Carissima Lalla, recentemente ha risposto ad un quesito e ha pubblicato la risposta con un post intitolato "Graduatorie di istituto 2014: ci si potrà reinserire. Per abilitati TFA II fascia". Questo significa che è confermato che i futuri abilitati PAS saranno inseriti nella II fascia di graduatoria d’istituto? (Ho letto che tra TFA e PAS non ci sarà differenza di fascia.) Grazie per l’attenzione

Lalla – gent.ma Sam, nella risposta pubblicata non vi è alcun accenno ai PAS, ma solo ai docenti abilitati con TFA, per i quali l’inserimento in II fascia delle graduatorie di istituto per il triennio 2014/17 è assicurato.

Non è invece possibile dare oggi tale certezza agli abilitandi che stanno seguendo il Percorso Abilitante Speciale (PAS). Vero è infatti, come dici tu, che l’esito finale sarà per tutti gli abilitati la stessa fascia, la II della Graduatorie di istituto, ma bisogna ancora capire quando questo potrà realizzarsi per i docenti del PAS.

Il Ministero, in un recente incontro con le Organizzazioni sindacali, ha confermato l’intento di provvedere al rinnovo delle graduatorie di istituto nel mese di maggio. Date ipotetiche

Per quelle date (se veramente verranno rispettate) nessuna Università avrà concluso i corsi PAS. E allora, quale potrà essere la fascia di collocazione per i docenti interessati?

Nel comunicato del 18 gennaio 2014 l’ex Ministro Carrozza scriveva “chi consegue l’abilitazione potrà farla valere da subito nelle graduatorie di istituto, in attesa del loro consueto aggiornamento triennale: il titolo garantirà una ‘corsia preferenziale’ per l’attribuzione delle supplenze brevi all’interno della terza fascia”

E ancora, sempre il Capo Dipartimento Chiappetta in una nota del 30 gennaio 2014 ” Poichè i corsi PAS non potranno concludersi entro tale termine – si legge nella nota – al fine di corrispondere anche alle aspettattive di tutti i nuovi abilitati, sarà comunque loro assicurato l’inserimento in testa alla graduatoria di III fascia. ”

Dunque le comunicazioni ufficiali parlano di valorizzazione del titolo all’interno della III fascia per chi non riesce ad esserne in possesso entro la chiusura dell’aggiornamento.

Tuttavia il sindacato Conitp ci riferisce di una conversazione domenicale sempre con Chiappetta, in cui emerge l’ ipotesi di un inserimento con riserva degli abilitandi PAS in II fascia delle Graduatorie di istituto. L’ipotesi non trova riscontro nella normativa, che non consente inserimenti con riserva nelle Graduatorie di istituto, per cui ci chiediamo quali possano essere i tempi per realizzare tale modifica.

Graduatoria interna di istituto: la lettera D delle esigenze di famiglia. Chiarimenti per la scuola

Lun, 14/04/2014 - 16:33

Scuola – gentilmente potreste darci delle delucidazioni in merido al punto D) del quadro esigenze di famiglia ” D) per la cura e l’assistenza dei figli minorati fisici, psichici o sensoriali, tossicodipendenti, ovvero del coniuge o del genitore totalmente e permanentemente inabili al lavoro che possono essere assistiti soltanto nel comune richiesto …………”? Sembra che il punteggio spetti solo a coloro che abbiano genitori o figli ricoverati in strutture e non a coloro che abbiano i figli o i genitori accuditi in casa.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

la nota 9 della tabella valutazione titoli allegata al CCNI dispone:

La valutazione è attribuita nei seguenti casi:

a) figlio minorato, ovvero coniuge o genitore, ricoverati permanentemente in un istituto di cura;

b) figlio minorato, ovvero coniuge o genitore bisognosi di cure continuative presso un istituto di cura tali da comportare di necessità la residenza nella sede dello istituto medesimo.

c) figlio tossicodipendente sottoposto ad un programma terapeutico e socio-riabilitativo da attuare presso le strutture pubbliche o private, di cui agli artt.114, 118 e 122, D.P.R. 9/10/1990, n. 309, programma che comporti di necessità il domicilio nella sede della struttura stessa, ovvero, presso la residenza abituale con l’assistenza del medico di fiducia come previsto dall’art. 122, comma 3, citato D.P.R. n. 309/1990.

Pertanto,non necessariamente i figli o i genitori debbano essere ricoverati a tempo pieno presso un centro di cura, infatti i casi b e c (che sono una sorta di deroga al caso a) non indicano questa obbligatorietà quanto piuttosto l’essere sottoposti ad un programma di cura presso un centro specializzato. Tutto ovviamente da certificare.

rss facebook twitter google+
ads
ads
ads ads


In evidenza